Corona Renderer, le mie prime impressioni

By 8 maggio 2017Plugin

Finalmente mi sono preso del tempo per iniziare a testare Corona Renderer per Cinema 4D e voglio esordire così: wow!

Chi mi conosce sa che sono sempre stato un grande amante di Vray, chiaramente Vrayforc4d, che finora, nonostante abbia provato tutti i motori di render o quasi, è rimasto sempre al primo posto nella mia Render Engine Top 5. Ma negli ultimi tempi, in questa Top 5 è entrato anche Corona Renderer, direttamente al 2° posto! Ma procediamo con ordine…

Avete presente quando attraversate quel periodo in cui, non so, qualcosa deve cambiare? E non sto parlando di cose tipo fidanzate, mogli, regione, stato o pianeta, ma di quel qualcosa che ha strettamente a che fare col nostro lavoro di grafici 3D, renderisti, 3D artist o 3D generalist… Ecco ho passato questo periodo ultimamente, ma da quando ho avuto tempo di testare Corona Render, inizio a provare un senso di pace interiore nerd, un qualcosa che mi dice “si, è la giusta direzione”. Beh, dai, scherzi a parte, questo motore di render è veramente forte!

Per chi non lo conoscesse, cito il sito ufficiale:

“Corona Renderer offers both biased and unbiased rendering solution at the user’s discretion. In both cases it delivers predictable, reliable, and physically plausible results with no compromises in quality.”

In sostanza è un motore di render di ultima generazione, sviluppato a fondo per 3Ds Max, con diverse features interessanti, ma da diverso tempo in via di sviluppo anche per noi utenti di Cinema 4D.
Alla data di oggi Corona Renderer è arrivato alla versione Alpha v6 (hotfix3) sia per Windows che per MacOS, scaricabile dal sito ufficiale nella sezione download, lascio qui sotto il link:

https://corona-renderer.com/download/

Una volta scaricato ed installato, l’utilizzo è immediato. Infatti uno dei punti di forza, che per lo meno io ho apprezzato davvero molto, è la facilità di utilizzo. 
Per attivare Corona render alla renderizzazione, come al solito, basta sceglierlo nella lista dei motori di render, nel menù Settaggi di render, lasciando tutto di default è già ben funzionante.
Avrete forse notato che una volta rilanciato cinema, dopo l’installazione di corona, è apparso un piccolo menù in alto dedicato al motore di render, grazie al quale possiamo attivare velocemente il Corona Sky, Sun, Light, Proxy e Camere. Da qui quindi è possibile aggiungere quello che serve alle nostre scene per renderle come si deve, direttamente con gli strumenti di Corona, che è perfettamente integrato in Cinema 4D, anche nella creazione dei materiali.

Spero di avere tempo di testarlo a fondo e poter fare qualche guida o tutorial sul suo utilizzo, ma nel frattempo potete dare un occhio alla pagina Getting Started, del sito ufficiale, oppure il canale Youtube.

Sotto un’immagine creata in Cinema e renderizzata con Corona in pochissimi minuti.

Leave a Reply