Category

Tutorial

Making of kitchen

By | Making of, Tutorial | No Comments

Ciao ragazzi, voglio condividere con voi il making of di uno dei miei ultimi lavori con Fstorm fatto per Treddi.com

Nel tempo libero, da qualche mese, mi sono avvicinato ad Fstorm Render, che non è stato amore a prima vista, ma dopo qualche settimana di utilizzo ci ho preso la mano e soprattutto mi sono fatto ingolosire dalla quantità di render che riuscivo a tirare fuori in un tempo molto ristretto rispetto all’utilizzo di renderer in CPU.

Come di consueto sono partito da delle reference che ho trovato consultando Behance e Pinterest.

6ad9e077223a587631df58e3434f1b19.jpg

Ho iniziato ad abbozzare il modello per capire cosa modellare nel dettaglio, senza perdere tempo in qualcosa che magari nella scena non avrei inquadrato. Ho utilizzato alcuni modelli di 3Dsky, ad esempio i fichi, l’oggettistica, le piante e le sedie, mentre il resto l’ho modellato direttamente in 3ds Max.

7fa3687919bd351a9b79a69471214df8.jpg

Mi sono dedicato alla fase di texturing e test dei materiali, ho voluto sfruttare la nuova opzione “velluto” che è stata aggiunta di recente ai materiali di Fstorm, l’ho trovata molto semplice ed efficace!

Velvet

Laccato

Parquet

Una volta completata tutta la scena mi sono dedicato alla fase di illuminazione, in cui ho preferito utilizzare luci plane fuori dalle finestre per avere dei tempi di render molto più ristretti rispetto all’illuminazione con HDR. Alla fine dei test di illuminazione ho realizzato una serie di render statici, che potete trovare sia qui nella gallery che nel mio Behance, se volete vederli in piena risoluzione.

8f70809b4f8260f0af40fb4645c0305f.jpg

Prima di passare alla fase di animazione in max ho scelto il mood del video e mi sono concentrato prima di tutto sulla musica.

Avevo le idee abbastanza chiare ed ho individuato velocemente il brano che poi ho utilizzato. Una volta tagliato, mixato ed inserito l’audio in una timeline di Premiere Pro ho estrapolato il timing per creare clip ad hoc e rispettare i cambi di clip a tempo di musica.

Volevo un formato molto wide, per enfatizzare il senso “cinematografico”, così ho optato per un aspect ratio di 2.35:1 ed ho utilizzato la prima timeline di Premiere per creare uno storyboard che mi aiutasse ad avere un’ immagine più chiara del progetto nel suo insieme e soprattutto a darmi una sorta di “to do list”.

f5299f06ae1f3db18e49690864a5f2de.jpg

Una volta aver chiaro in mente cosa fare sono passato in 3ds Max ed ho iniziato ad individuare dei movimenti e dei soggetti per le clip che avessero un senso.
Le animazioni in Max sono piuttosto basilari, si tratta solo di movimenti di camera lenti basati sul tempo che avevo a disposizione, infatti ciascuna clip dura 3,12 secondi che a 24fps sono 84 frame.

7581f9a75d05ead3f2394c9c5fd6ee73.jpg

Le parti più divertenti da realizzare sono state quelle in cui si animano gli oggetti: le tende con Marvelous Designer, i fichi con RealFlow e l’acqua che bolle in pentola in compositing.

Per arrivare a un buon risultato in tempi brevi ho deciso che l’acqua bollente l’avrei ripresa con il cellulare, cercando di ricreare l’illuminazione che avevo usato in scena per quanto possibile ed ho compositato tutto in Premiere mascherando la ripresa ed unendola al video girato in 3D.

Per il fumo invece ho utilizzato PhoenixFD direttamente in max, ma renderizzandolo con Vray, non essendo compatibile con Fstorm. Anche questo passaggio è stato poi compositato in fase di montaggio.

9d069dde3bf6f52c26537a3e7d24d631.jpg

Per la tenda ho sfruttato la simulazione cloth di Marvelous Designer

bdad36bc5de4511c7aaedacb530fedd5.jpg

Per la clip dei fichi ho deciso di utilizzare i soft body di RealFlow. Da 3ds Max ho esportato solo gli elementi che mi servivano per l’animazione, quindi la ciotola di fichi ed il tavolo. In Realflow ho settato tutto come static rigid body tranne il fico in movimento che aveva come unica forza la gravità. La parte più “complicata” è stata quella di far cadere il fico, secondo regole fisiche, nel momento esatto in cui suonava l’ultima nota di pianoforte nella colonna sonora.

5d5e0065976333c2a0d99cb576a0d646.jpg

In totale l’animazione è composta da 13 clip e per renderizzarle con Fstorm ho utilizzato sia il mio PC portatile, con tempi di render che oscillavano da 15 a 22 ore, e sia in render farm, ranchcomputing, l’unica che supportasse la versione di Fstorm più aggiornata. In render farm i tempi sono stati davvero rapidi, dai 15 ai 30 minuti.

Come già accennato il montaggio totale l’ho fatto in Premiere Pro, dove mi sono divertito anche a montare gli effetti audio e i rumori che ho utilizzato nel video direttamente ripresi da me con un registratore portatile.

903020225f21817ed7ec7635641f846a.jpg

Vi ringrazio per aver seguito questo “making of” e spero possa essere utile o d’ispirazione per i vostri progetti.
Un grazie particolare a Treddi.com per la pubblicazione.